Wednesday November 22 2017
12 novembre 2016

L’alternanza che verrà

Sabato il progetto di alternanza scuola lavoro varato da Valsalice all’inizio dello scorso anno scolastico ha avuto un momento significatico e partecipato nella mattinata di riflessione e condivisione del percorso.

La platea del Convegno

La platea del Convegno

Il prof. Dario Nicoli, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha illustrato le linee guida dell’alternanza secondo le direttive del Ministero insistendo soprattutto sulla neccessaria collaborazione tra i vari attori dell’iniziativa, vale a dire l’azienda, la scuola e i ragazzi. Tanto da ribatezzare “alleanza scuola lavoro” il percorso che non deve essere visto come un peso ulteriore da aggiungere alle lezioni ma un importante sostegno per la didattica. La quale è necessario sia ripensata anche in questa chiave. Si tratta dunque di declinare quanto imparato a scuola in una prospettva non esclusivamente pratica ma più completa per la formazione dell’allievo.

Il prof. Dario Nicoli

Il prof. Dario Nicoli

Sono stati invitati a raccontare la loro esperienza alcuni tutor aziendali che hanno seguito i 140 allievi dello scorso anno scolastico. Francesca Mariotti dell’Ufficio Stampa Maybepress, Luca Festa dell’azienda di web marketing  Mywebcare, Elena Maldera dello studio di avvocati Vinai, Stefania Agagliate dell’omonimo studio, Anna Preite della casa di cura Villa Ida e Adele Gallo Rossini, organizzatrice di eventi per il Bazar di Adele, hanno descritto il loro incontro con i tirocinanti e le modalità di svolgimento dello stage.

Stefania Agagliate ed Elena Maldera con Giorgio Bruno

Stefania Agagliate ed Elena Maldera con Giorgio Bruno

Infine alcuni ragazzi del quarto anno hanno informato la platea del significato che per loro ha avuto il periodo di alternanza ed in ultima analisi sono state presentate le idee per l’alternanza scuola lavoro dell’anno scolastico 2016-2017 che toccherà il terzo ed il quarto anno del Liceo Classico e Scientifico per un titale di circa 280 allievi.

I ragazzi del quarto anno illustrano la loro esperienza

I ragazzi del quarto anno illustrano la loro esperienza

Share this:
Tags: