Monday August 21 2017
28 gennaio 2017

Un tuffo nell’archeologia – le seconde alla scoperta di AUGUSTA TAURINORUM

Le  “seconde” ad AUGUSTA TAURINORUM

AUGUSTA TAURINORUM: seconda uscita

Venerdi’ 3 febbraio anche la classe 2 scientifico B ha partecipato all’uscita didattica “Augusta Taurinorum”: il percorso ha presentato alcune novità.

UNA LODE! Al  Museo di Antichità gli alunni hanno prima approfondito i temi del ritratto romano e  del mosaico di Orfeo con la prof.ssa Angela Deodato e poi avuto la fortuna di incontrare un archeologo della Soprintendenza, Federico Barello, esperto di numismatica, che  ha illustrato un “tesoro” di monete del Cinquecento scoperto recentemente negli scavi vicino al Duomo. L’esperto ha poi mostrato monete rarissime, delineando aspetti sconosciuti di questi oggetti preziosi in quanto fonti antiche, pari ai testi letterari, indispensabili per ricostruire la Storia.

La classe ha ricevuto un plauso per le numerose e approfondite domande che ha posto allo studioso!

Uno SCOOP! Nella passeggiata per la città la presenza del prof. Don Mario Fissore ha permesso di ricordare la “stratigrafia” di uno dei punti affascinanti della città, la chiesa di San Giovanni, Duomo di Torino: a fianco del teatro romano caduto in disuso sono state costruite tre chiese di cui oggi rimane solo quella centrale, col campanile staccato…una stranezza che ha il suo perchè. All’interno grazie ai volontari della Sindone si è appreso in anteprima che la cappella di Guarino Gaurini  sarà probabilmente  riaperta, restaurata dopo l’incendio, a fine anno!

sdr

dav

IIB e giulio Cesare

dav

dav

sdr

sdr

IIB e giulio Cesare

AUGUSTA TAURINORUM: prima uscita

Martedì 24 gennaio la classe 2 scientifico B è stata la prima a partecipare all’uscita didattica “Augusta Taurinorum”, alla scoperta dell’antica città romana di Torino.

Il progetto, che coinvolgerà tutte le seconde classi del liceo, è composto da una “passeggiata archeologica” lungo le tracce dei resti antichi, attraverso l’osservazione delle affascinanti trasformazioni urbanistiche e architettoniche che si sono stratificate nel tempo.

I ragazzi, con la guida della prof.ssa Angela Deodato, esperta di archeologia, e del prof. Roberto Davico, architetto, hanno scoperto ad esempio che una parte del Castello degli Acaja, inglobato in Palazzo Madama, era una delle quattro porte  della Torino di 2000 anni fa e che, dove ora c’è il duomo di San Giovanni, i Romani avevano costruito le terme, vicine al teatro.

Non poteva mancare la visita al Museo di Antichità, ora parte dei Musei Reali, dove i professori hanno “fatto parlare” statue, vasi decorati, vetri, epigrafi e mosaici, andando ad approfondire, con gli oggetti della vita quotidiana ed i simboli del potere e della religione, quel meraviglioso mondo della civiltà greca e romana di cui talvolta i libri di scuola non colgono completamente l’aspetto più vero ed emozionante.

 

dav

dav

Share this: